So che non posso scegliere come mi sento,
ma posso sempre scegliere di farci qualcosa

L’inizio di un’abitudine è come un filo invisibile, ma ogni volta che ripetiamo l’azione rinforziamo quel filo, vi aggiungiamo un altro filamento, finché esso non diventa una grossa fune che ci lega definitivamente, pensiero e azione.

mercoledì 17 marzo 2010

scusate se non rispondo ai commenti,ma son via per conto delle mie storie..
allora rispondo ai commenti con questo post!!!
Al 21 ci sarò(solo che non so a che ora)! e a tutte quelle che non sanno se venire perchè credono che le altre penseranno chissà che io rispondo a modo mio.

Io sono una che parla troppo,parla prima dopo e durante quello che stai dicendo;
ti interrompo e ti dico ma non interrompermi;
scrocco sempre le cicche,i centesimi per il caffè e l'ultima patatina nel piatto..e poi chiedo" qualcuno la voleva?";
Mi scuso per il ritardo e mi invento storie mirabolanti anche se in realtà non avevo palle di alzarmi dal letto;
sono una che rutta quasi ritualmente dopo la birra e la coca cola;mi macchio sempre!
non mi vesto particolarmente bene,tanto che potrei passare da stracciona;
mi emoziono guardando i cartoni animati e inizio a fare versi stupidi come una bimba;
devo avere ragione ad ogni costo perchè se ho torto ho ragione ad avere torto!
ho i brufoli in faccia e li spremo anche!ho capelli tinti che tendono sempre un po' all'unticcio.
ho le mani piene di scritte e scarabocchi,le unghie poco curate e di lunghezze diverse;
spesso nei miei vestiti ci sono i buchi,
quando sono arrabbiata parlo dialetto e qualche volta mi scappa la bestemmia,
e per quanto riguarda il mi corpo bhe è tanto!!!pensate di fondere due persone l'una davanti all'altra e otterette ME!

ma..
Io sono felice di me,perchè per quando io possa parlare quando piangi saprò starti vicino in silenzio..
io mi contraddico e ti dico di non fare ciò che io faccio per non prendermi troppo sul serio cadendo nella gabbia dell'ipocrisia..
per quante cose io possa chiederti non mi preoccuperò mai di condividere tutto (e per tutto intendo tutto)quello che ho...
nonostante il ritardo non ti darò buca anche se sto morendo di sonno e sarebbe stato meglio dormire..
tutte le cose che ho elencato prima fanno di me ciò che sono e ciò che sono è tutto ciò che ho,quindi devo per forza esserne fiera..

se tutto questo non vi impressiona,allora il 21 ci divertiremo un sacco!!!E tu piccola giù,lo sai cara mia che sto parlando con si si pr con te!!!!e per invogliarti ancora più pubblico davanti a tutti la mia foto peggiore!Di sicuro se dovrai stare sulle palle a qualcuno beh quella non sarò io e se ti vergogni di mostrarti la mia mole potente ti nasconderà.Io sono quella vestita di nero.

L'università mi ha "impressionato" piacevolmente,non vedo l'ora di parlarne appena vi vedrò(qui sul blog pubblicherò più avanti,ho fatto uno schemino ma mi ci vuole un po' a ribatterlo sullo schermo).Andrò quindi a Trento,giurisprudenza a percorso trasnazionale.

Il mio peso ora è 90,eh già ho ripreso qualche chilo ma non ho più prestato attenzione al cibo perchè ero preoccupata per la questione dell'aborto.

La patente è andata!yeah!!!!!
L'esame è andato male e il mio istruttore mi aiutava con i pedali,ma è andata!!!mega yeah!!!!
Se ho preso la patente non c'è nulla che io non possa fare!!!

Ho deciso che il mio blog sarà solo una finestra dalla mia anima,ma nella vita c'è anche la porta,il davanzale,il terrazino,le scale e ancora tutto quello che c'è.
Quindi purtroppo non potrò essere così attiva con voi e tenderò a coltivare di più i rapporti reali.
Scusate ma finchè mi focalizzo sul problema non vedrò mai la soluzione e chissà quante cose mi perdo nel frattempo.(La stessa cose mie dame vale per tante di noi,ogni giorno d.a.,ogni giorno un resoconto di cosa il cibo ci da,cosa il cibo ci porta via e POI il resto della Vita.)

Proprio in funzione dell'aborto,ho capito tutto questo.Ho superato un aborto,che è una perdita,un abbandono,un fallimento,un dolore.Ma io l'ho superato,la fatto la sua evoluzione ci sono stati i momenti di stress,un pianto lungo e pieni di echi;ma l'ho superato...sono andata oltre,sono una sopravvissuta,sono una eroina della mia storia,sono forte,sopratutto quando è difficile.
E se ho superato questo,come posso non superare tutto il resto??
L'unica cosa che mi preoccupa è che temo che molte di noi necessino di questi traumi che scuotono la nostra vita.Anche se non auguro a nessuno queste esperienze;personalmente l'aborto non è solo "il discorso morale",ma anche analisi ogni settimana,dottori a destra e a manca,ecografie(=gambe all'aria,freddo nelle parti intime,dottore che guarda un monitor che tu non vedi e pastamenti fastidiosi all'utero),litigate di ogni genere per ogni motivo con il fidanzato(che nel mio caso anche se fosse padre resterebbe sempre un bambino) ma non solo..
in genere tanto stress,dolore fisico e mille impegni.

Per quanto riguarda il 21,chi viene?????

Io ci terrei molto a mettere le mani avanti.
In classe mia c'è una pro ana(non dichiarata ma io l'ho capito) ma molto fiera di ciò che fa al punto di dire frasi del genere.
"E' normale vomitare prima di sfilare,lo fanno tutti"
"Preferirei avere una figlia anoressica che una di quelle che si tinge i capelli fuxia".

Ecco se persone di questa opinione verranno a Verona,con l'intento di professare questo credo,mi stiano alla larga.(scusate l'intransigenza,ma dopo aver perso una vita nel mio grembo e dopo aver buttato la mia nel cesso un anno fa,adesso ci tengo a preservarla dentro e fuori di me)

Scusate se torno ancora in argomento,solo che rispondo ai commenti man mano che li vedo.
La mia opinione sul fatto che l'aborto sia giusto o meno non è univoca.Ogni caso vale a se.
La vita va difesa e protetta,questo sì.Ma la vita di chi?
La vita di un feto che non ha volto,non ha mani,piedi e mente?O la vita di una madre troppo incosciente,irresponsabile e instabile emotivamente e economicamente?
Quesiti più grandi di me,io l'ammetto.

Cmq ho avuto il coraggio di cambiare scuola,di cambiare forse la vita;la forza che avevo una volta,il coraggio di sapere ascoltare veramente il mio cuore.Il cuore sa ciò che è giusto,lo sa sempre,ascoltatelo e non ingannatevi da sole con quelle che sembrano soluzioni geniali e perfette che poi si rivelano dei crimini efferrati contro noi stessi,noi aguzzi della nostra anima.
Spesso il cuore sa che dobbiamo rassegnarci ad essere tristi oppure dobbiamo sbattere contro un muro abbatterlo e superare il problema.

7 commenti:

  1. Me lo sono letta tutto d'un fiato, wow.....

    E soprattutto mi ritrovo nelle ultime righe.
    Per smettere di abbuffarmi, la scorsa settimana sono ricorsa alla restrizione...
    Sembrava veramente la soluzione a portata di mano, anche perche' ha funzionato.
    Pero' ho aperto gli occhi in fretta stavolta... ingozzarmi di cibo dal pomeriggio a notte fonda oppure trascorrere l'intera giornata a calcolare calorie e pianificare cosa mangiare e cosa no...
    Cambia qualcosa?
    E' sempre un crimine ai danni di me stessa, anche se il modus operandi e' diverso...
    E' verissimo che siamo noi stesse le nostre piu' spietate aguzzine, anche perche', come dicono E. e Alice, nel costruire le nostre prigioni prevediamo ogni possibile via di fuga, conoscendo e sapendo come ragiona la nostra mente.

    Sento tanta forza tra le righe che hai scritto, anche se e' una forza nata da una disperazione profonda...
    Pero' ti ha condotta ad accettarti per come sei, a combattere per te stessa senza mollare, da vera guerriera.

    Non preoccuparti per l'incontro di Verona, Supercontra sul suo blog ha messo bene in chiaro quali sono i principi su cui si fondano questi incontri.
    Ma se proprio dovesse essere presente qualcuna che nuoce gravemente alla salute, evitala come la peste!!!
    Ti abbraccio forte forte!!!

    RispondiElimina
  2. Se passi da me tra mezzora o nei prossimi giorni c'è il post dell'incontro, aspettavo proprio 1tua conferma!
    Poi passa anche da Alice a scrivergli l'ora in cui arrivi.
    Grande!
    Beh infatti bisogna "essere se stessi" in tutto e per tutto all'incontro, non vogliamo maschere^^
    SEI LA BENVENUTA!
    Non vedo l'ora sia domenica!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Memy, sembra che sia passato un secolo da quando ci siamo viste... sembra un secolo perchè ti sento cresciuta tantissimo...
    Hai una determinazione, una lucidità nel leggere dentro e fuori di te, una forza nell'affrontare i problemi... wow, sei una grande!!
    E stella... GRAZIE, davvero di cuore, per il tuo sostegno, per esserci senza invadere i miei spazi, GRAZIE...
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. all'inizio ti confesso che speravo non ti riferissi proprio proprio a me, mi sentivo un po' una "cacchina" ad averti detto le mie paranoie, però mi ha fatto anche piacere leggere ciò che hai scritto e soprattutto mi ha scosso.. verrò all'incontro? non so, ci sono mille variabili.. farò di tutto per venire? sì, mi hai convinta :) ma non prometto nulla, solo tanto impegno..
    parlando d'altro.. non sai quanto ammiro le tue parole, come hai affrontato ciò che ti è successo.. ora è davvero il momento che tu ti goda quello che ti era stato tolto :) quindi, w la patente, e w l'uni, sono davvero contenta che ti sia piaciuta..
    scusa ma ho poca vena artistica ora e non mi viene da scrivere nulla di bello per dirti quanto mi ha colpito il post.. indi, semplicemente grazie :)
    un abbraccio e buona notteeee

    RispondiElimina
  5. CiaU carissima..allora ci sarai...beeeeene...non vediamo l'ora!!!
    iO e Alice posteremo più tardi un po' di info sull'incontro...dunque...se ci sai dire più o meno a che ora arrivi...sarebbe meglio..così posso organizzarmi e vedere che treno prendere per essere in stazione e accogliere chi viene!!!!
    Non ti preoccupare che l'incontro non è fatto per criticare le altre persone o per dire cose del tipo..."meglio morto che fuxia" ^__^...non si sono mai verificate cose del genere e non si verificheranno...
    Intanto un abbraccione...

    RispondiElimina
  6. grazie di essere passata :)

    RispondiElimina